Un ecosistema in mostra al Museo di Storia naturale

La visita interessa la nuovissima esposizione permanente intitolata “Storie di una balena” (Tales of a whale) dedicata all’ecosistema marino, in particolare a quello toscano, dalle sue origini geologiche ai giorni nostri. Al centro dell’esposizione lo scheletro, ancora ampiamente connesso, di una balenottera vissuta circa tre milioni di anni fa e scavata presso Orciano Pisano. Assieme alla balena sono esposti i resti fossili e le tracce degli animali che hanno interagito con la grossa carcassa dopo la morte dell’animale: squali bianchi, granchi, vermi mangia-ossa, esposti assieme ai molti altri protagonisti delle tante comunità biologiche che abitano le profondità.
Cosa sappiamo oggi delle interazioni tra specie nei nostri mari? Che ruolo abbiamo giocato sull’ecosistema naturale, dall’avvento della nostra specie sul pianeta? Che posto occupano i grandi mostri marini nell’immaginario e cosa può fare l’uomo oggi per non manomettere ulteriormente gli equilibri naturali?

Primo turno: ore 17.30

Secondo turno: ore 18.30

(ogni turno può accogliere fino a 30 persone)

Età: per bambini (dai 7 anni) e adulti

Il mondo al microscopio (Open Lab/MEMA)

Un potente microscopico elettronico, quello del MEMA, sarà messo a disposizione dei visitatori, che potranno osservare la struttura di campioni di insetti, foglie, fiori, ma anche micro-analizzare oggetti di uso comune. Grazie a questo incontro sarà possibile vedere ciò che è invisibile all’occhio umano e comprendere, attraverso alcuni semplici esempi, il supporto che il MEMA fornisce alla ricerca scientifica.

Portando all’incontro una chiavetta USB, sarà possibile scaricare le immagini e le analisi acquisite durante la visita.

Tempi di visita – 30 minuti per gruppo

Gruppi max 15 persone

Età: visita adatta a tutte le età dai bambini agli adulti

Relatività generale e onde gravitazionali (Open Lab/INFN)

Il 2016 è un anno molto particolare per la Teoria della Relatività Generale di Einstein: non solo ricorre il centenario della sua pubblicazione, ma proprio quest’anno si è avuta la prima conferma dell’esistenza di quelle onde che la Teoria prevedeva ma che ancora non erano state rivelate, le Onde Gravitazionali.
Nel corso della presentazione verrà spiegata in modo semplice la Teoria di Einstein, sottolineando in particolare in cosa si differenzia dalla teoria classica di Newton. Verrà spiegato come Einstein immaginò lo Spazio-Tempo e ne verrà data dimostrazione grazie al telo gravitazionale. Verrà mostrato inoltre, grazie al telo, come la massa deformi la struttura dello Spazio-Tempo e come esso, a sua volta, le dica di muoversi al suo interno. Alla luce delle recenti scoperte scientifiche di Ligo e Virgo, verrà brevemente descritto il funzionamento di questi strumenti e il futuro dell’Astrofisica Gravitazionale.

Tempi di visita – circa 20 minuti per gruppo

Gruppi: 15 persone

Età: visita adatta a tutte le età dai bambini agli adulti

L’invisibile e misterioso linguaggio delle piante

Spesso vediamo le piante come organismi immobili e saldamente ancorati al terreno. In realtà sono in grado di muoversi con movimenti così lenti da essere impercettibili all’occhio umano. Pur non essendo dotate di occhi per vedere e di orecchie per ascoltare, sono capaci di intercettare la luce, distinguere gli odori, avvertire le vibrazioni sonore e percepire gravità ed umidità. Oltre a ciò, senza utilizzare la comunicazione verbale, tipica degli organismi animali, le piante comunicano  attraverso messaggi chimici tra loro e con altri organismi sensibili a tali segnali. Negli ultimi decenni, molteplici ricerche scientifiche hanno messo in evidenza come questi messaggi invisibili vengano utilizzati sia al fine di comunicare, sia come strategia di difesa necessaria a minimizzare gli effetti delle perturbazioni ambientali. Durante la visita saranno illustrate le funzioni e la natura dei segnali utilizzati nel mondo vegetale.

Tempi di visita : 20 minuti

Gruppi: 15/20 persone

Età: visita adatta a tutte le età dai bambini agli adulti

Il giocambiente marino (Open Lab)

Un grande tabellone con dado gigante e tante domande curiose e divertenti per scoprire insieme come contribuire a salvaguardare l’ambiente, in particolare quello marino. Le domande a quiz riguarderanno l’ecologia e la sostenibilità ambientale, e permetteranno ai bambini di giocare e interagire approfondendo gli argomenti proposti. Nelle caselle speciali del percorso, i bambini potranno osservare piccoli esempi d’innovazioni e ricerche nell’ambito della sostenibilità ambientale.

Tempi durata gioco – circa 40 minuti per gruppo

Gruppi: 12 bambini

Età: gioco per bambini 6-12 anni

Vieni sulla scena del delitto e aiutaci a trovare il colpevole!

Siamo sulla scena del delitto, come facciamo a trovare il colpevole? Raccogliamo gli indizi, registriamo le testimonianze e … analizziamo il DNA!
Proprio così, sulla scena del delitto possono essere presenti tracce di materiali biologici (capelli, sangue, pelle, etc.) sia della vittima che della persona che ha commesso il crimine; Analizzandole possiamo trovare il colpevole. Come? Ogni essere umano ha un proprio profilo genetico unico e identificabile grazie al DNA. Vieni ad osservare come estraiamo il DNA dal materiale biologico trovato sulla scena del delitto, osserviamo i profili genetici e troviamo il colpevole.
Scopri gli strumenti offerti dalla scienza per far luce su eventi misteriosi.

Tempi di visita – circa 20 minuti per gruppo

Gruppi: 10 persone

Età: visita adatta a tutte le età dai bambini (dai 6 anni) agli adulti

 

ShareShare on FacebookTweet about this on Twitter