Si rinnova l’appuntamento con la Notte dei Ricercatori, che coinvolge più di 300 città in tutta Europa e che ha il compito di ricordare a tutti che un Paese che vuole crescere deve investire su scienza, tecnologia e cultura.

Grazie alla collaborazione tra Università di Pisa, Università di Firenze, Università di Siena, Università per Stranieri di Siena, Scuola Alti Studi di Lucca IMT, Scuola Normale Superiore, Scuola Universitaria Superiore di Pisa Sant’Anna, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, CNR di Pisa, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN e al sostegno della Regione Toscana, il 30 settembre, dal pomeriggio fino a tarda notte, nei capoluoghi toscani numerose attività coinvolgeranno bambini, studenti, adulti e famiglie attraverso le formule del gioco, dell’ intrattenimento e della divulgazione scientifica.

 

Le attività della Notte dei ricercatori sono classificate in 5 differenti aree di ricerca:

 

 

 

 

 

 

ShareShare on FacebookTweet about this on Twitter